Biccherna 15

print this page

Biccherna 15

DON MATTEO CAMARLINGO E UN CONTRIBUENTE

Archivio di Stato di Siena, 15

Biccherna

1340

Sulla metà superiore sinistra della tavola è raffigurata una scena ambientata all’interno dell’ufficio della Biccherna, dove si vedono il camarlingo Don Matteo dietro al bancone sul quale sono presenti mucchietti di denari e un personaggio maschile rappresentato in piedi davanti al tavolo, probabilmente un contribuente che deve versare o ricevere soldi presso l’ufficio. Sulla metà superiore destra sono raffigurati gli stemmi delle famiglie dei provveditori in carica in quel semestre, ricordati anche nell’iscrizione posta nella metà inferiore della tavola: Guiduccio Ruffaldi, Mocata di Memmo di Viva, Francesco Cinughi, Placido di Ugo Placidi. Nell’iscrizione è citato per la prima volta anche il nome dello scrittore che aveva il compito di annotare quotidianamente nel proprio memoriale le somme riscosse e pagate dall’ufficio.

QUESTO E’ LIVRO DE L’ENTRATA E DE L’ESCITA DE LA BICHERNA DEL COMUNE DI SIENA DA KALENDE GIENNAIO M˚CCCXXXVIIII A KALENDE LUGLIO M˚CCCXL DO’ MATTEO MONACO DI SANCTO GALGANO, GUIDUCCIO RUF(F)ALDI, MOCHATA DI MEMMO DI VIVA, FRANCIESCHO DI CINUGHI, PLACITO UGHI, KAMARLENGHO E QUATRO PROVEDITORI DE LA BICHERNA EL DETTO TENPO, BENCIVENNI GHUCCI LORO SCHRITORE

Tag: La collezione | Lo scrittoio | La Biccherna |